Leggere James

A leggere James. Una certa estraneità. Esercizi su di una fune sospesa, arabeschi magnificenti ma alieni, diversi. Non scatta l’interesse, la scintilla che ti fa correr le pagine, non scatta. Eppure si stima il lavorio del cesello, soprattutto quando, di colpo, si riconosce una linea, un’idea… o par di riconoscerla… ma fa lo stesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...