fase

Oggi sto nella fase in cui non sopporto la gestualità pedantesca degli americani che si esprimono in pubblico, e più ancora non sopporto lo scimmiottamento di tale gestualità che fanno alcuni italiani che si esprimono in pubblico.

Annunci

caos calmo

Ciò che vedo in questo inizio, fra le altre cose, è la lotta che l’autore fa per trattenere l’esuberanza d’espressione dell’io narrante. Trovo sempre encomiabile questa “lotta letteraria” in un autore, mi dà l’idea d’essere un tributo all’opacità del reale.

terza

Ciò che al momento mi sembra naturale in Beethoven è questa compresenza di sublime e farsesco che si bilanciano. L’uno trattiene l’altro dal diventare pompa e viceversa l’altro trattiene l’uno dal divenire ridicolo.